Perché?

4 luglio 2009 at 08:03 4 commenti

Già, perché?

Perché quando gli USA di George W.Bush intervengono in Afghanistan e in Iraq il mondo (almeno la parte “radicale” del mondo) si indigna, Emergency lancia strali umanitarie, si bruciano in piazza le bandiere a stelle e strisce eccetera eccetera e quando invece Barack Obama lancia da quelle parti “la più grande offensiva militare americana dai tempi del Vietnam” nessuno fiata?

Annunci

Entry filed under: Le infinite domande, Politica e politicanti, Storia e memoria. Tags: , , , .

Stravaganze, bizzarrie e simili La crisi e il consumismo

4 commenti Add your own

  • 1. letizia  |  6 luglio 2009 alle 10:51

    Perché siamo ancora inebriati del suo fascino carismatico di uomo giusto?
    Dimenticando così che gli Stati Uniti, dalla notte dei tempi, hanno una visione interventista e imperialista della politica estera, ce l’hanno nel dna, è scritto sul dollaro, con quella piramide troncata e l’occhio di dio che vigila sul nuovo popolo salvatore: mi dispiace ridurre in poche parole (peraltro poco esperte ) due secoli di storia di un paese, affascinanti, pregni di mille logiche soprattutto nella politica interna. Ma per quel che riguarda i rapporti esteri hanno sempre agito mirando all’espansionismo, prima territoriale poi economico e culturale.
    Obama è pur sempre un fiero americano.
    Avete visto “Leoni per agnelli”?
    Ebbene in quel film Robert Redford, un democratico al 100% che fa un meraviglioso mea culpa della guerra in Iraq ( sei anni dopo sono capaci tutti..)rivela pur sempre lo spirito fiero americano di voler dimostrare al mondo la propria forza, magari non bellica, ma caratteriale. un abbraccio

    Rispondi
  • 2. crimilda  |  6 luglio 2009 alle 21:29

    perchè i talebani fanno cose ignobili? perchè ci fidiamo? perchè a volte “dobbiamo” avere un po’ di speranza?
    Non so, a volte credo che qualcuno debba fare qualcosa contro fa tanto male anche con il male

    Rispondi
  • 3. Monica  |  15 luglio 2009 alle 17:28

    Oggi, con un soldato ucciso, qualcuno ne parla.
    Su La Stampa ne parla in un editoriale Lucia Annunziata e non tace che di guerra si tratta né che per Obama, fin dall’inizio del suo mandato, questa è stata definita “la guerra” per la sicurezza dell’America contro il terrorismo.
    Ecco l’articolo dal sito della rassegna stampa della Camera
    http://newrassegna.camera.it/chiosco_new/pagweb/immagineFrame.asp?comeFrom=rassegna&currentArticle=MW4B3

    Rispondi
  • 4. Mamigà  |  27 luglio 2009 alle 17:09

    Fully! Ecco dov’eri finito!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


Commenti recenti

Dr.Huba Laszlo SZOCS su Ripensando a Violetta
fma su Complicità
Fully su Complicità
Fully su Complicità
cri su Complicità
Neottolemo su Complicità
susanna su Il candore
Fully su Il candore
Sonatella Ciacchi su Il candore
crimilda su Stupro d’Artista
luglio: 2009
L M M G V S D
« Giu   Ago »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Quanti click?

  • 29,187 : grazie!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: